Vis Nova – Genoa

vs

Riepilogo

Finisce 0-3 la gara tra Vis Nova e Genoa valida per i quarti di finale del Torneo Annovazzi-Bracco Cup. I neroverdi, protagonisti di un’ottima prima parte del torneo, non si lasciano intimorire dall’avversario prestigioso e partono subito all’attacco, rendendosi protagonisti di una prestazione di intensità e qualità tecnica per tutto il primo tempo, senza però trovare il gol. Nella ripresa il Genoa mostra una maggiore spinta in fase offensiva, passando prima in vantaggio grazie a un autogol, raddoppiando poi con una deviazione su calcio piazzato del subentrato Bellone e chiudendo la gara con un’altra rete di bomber Bellone su calcio di rigore.

Primo tempo. I pronostici non favoriscono la Vis Nova nell’incontro col Genoa, ma questo non impedisce ai neroverdi di cercare subito la profondità, riuscendo ad avanzare sulle fasce soprattutto con la velocità esplosiva di Tommaso Riva. Sebbene i genoani provino a sfondare in contropiede, ad aspettarli c’è una difesa ben piazzata, e le prime occasioni arrivano proprio per i neroverdi: al 7′ Mario Riva viene lanciato sulla fascia, dove ha spazio per puntare la porta avversaria. Entrato in area, fa partire un tiro in diagonale che costeggia la porta e si spegne sul fondo. All’11’ è l’altro Riva, il numero 7, a entrare in area dalla fascia opposta, facendo partire un tiro sul primo palo la cui forza costringe Carnovale a parare in due tempi. Seguono minuti in cui si gioca da una parte all’altra del campo, ma il buon fraseggio delle due squadre a centrocampo non riesce a rendere gli attacchi incisivi. Al netto di qualche brivido in entrambe le aree di rigore, le azioni da gol nel finale sono poche: al 25′, sugli sviluppi di un contropiede dei liguri, Castelli ha spazio per calciare da fuori, ma il suo tiro a giro si spegne alto; al 28′ è ancora il numero 10 a provarci, questa volta con una punizione che vola sopra la traversa e fa tirare un sospiro di sollievo alla formazione del Vis Nova, protagonista di un primo tempo di sorprendente intensità e qualità tattica.

Secondo tempo. Il secondo tempo è aperto a tutti i risultati, ma il Genoa parte con più veemenza alla volta della porta avversaria, forte dell’ingresso in campo di Bellone (9 reti in 9 presenze per lui). Rispetto al primo tempo, la Vis Nova è adesso più schiacciata, e passano pochi minuti dalla ripresa che un retropassaggio di Villadoro sorprende il portiere Annoni, costretto a guardare il pallone rotolare oltre la linea di porta. Al 4′ la Vis Nova prova a pareggiare con Mario Riva, che dopo una corsa sulla fascia fa partire un traversone al quale, però, la testa di Colombi non riesce ad arrivare. Due minuti dopo arriva il raddoppio per il Grifone: una punizione da posizione filtra tra la mischia in area fino a trovare la deviazione vincente di Bellone. Al 7′ Balestra si procura uno spazio a bordo area per calciare, ma Ferraro non si fa sorprendere dalla traiettoria e fa suo il pallone. Passa appena un minuto e il Genoa torna in attacco, ancora con Bellone che aggancia un pallone sulla trequarti e calcia da fuori un pallone che si spegne di poco oltre il secondo palo. Rispetto all’intensità del primo tempo, la Vis Nova fatica ad uscire dalla propria metà campo, e al 15′ arriva il gol che aumenta il margine di vantaggio per i liguri: Capizzi contrasta in maniera fallosa Toscano in area, l’arbitro non ha dubbi e indica il dischetto di rigore. Dagli undici metri parte Bellone, il cui tiro finisce nell’angolino destro, oltre Annoni che aveva indovinato la traiettoria. Nei minuti finali il Genoa continua a imporre il suo palleggio a centrocampo e la sua spinta in fase offensiva, ma la Vis Nova riesce a rendersi protagonista di due occasioni da gol: al 24′ Boccardo ha spazio per lanciarsi verso la porta avversaria. Entrato in area, il suo tiro viene respinto da Ferraro: sulla ribattuta si avventa però Ranesi che impatta male il pallone e calcia alto. Pochi minuti dopo Suppa sulla fascia supera la difesa in velocità e salta il portiere in uscita, ma si porta sull’esterno ed è costretto a mettere un pallone in mezzo che viene, però, anticipato dalla difesa rossoblù.

 

La titolare della Vis Nova

 

                            VISNOVA                        GENOA
Neroverde Colore Maglia Bianca
GIOCATORE ANNO   ANNO GIOCATORE
ANNONI MATTIA 2008 1 2008 CARNOVALE ALESANDRO
SORDA RICCARDO (VC) 2008 2 2008 FERRARO MARCO
SUPPA SIMONE 2008 3 2008        TOSCANO FILIPPO (C)
BRAMBILLA MARCO 2008 4 2008 FAZIO LORENZO (VC)
CASERTA MATTEO (C) 2008 5 2008 GIUSTO GABRIELE
DAMATO DAVIDE 2008 6 2008 MASSA DANIELE
RIVA TOMMASO 2008 7 2008 MASSA SIMONE
BALESTRA NICCOLO’ 2008 8 2008        GIANGRECO NICCOLO’
COLOMBI DAVIDE 2008 9 2008 BRIGHENTI MARCO
VILLADORO MARCO 2008 10 2008 CASTELLI THOMAS
RIVA MARIO 2008 11 2008 ZENATI HOUSSINE HAKIM
TETI NICCOLO’ 2008 12 2008 BACELLI PIETRO
POLITO TOMMASO 2008 13 2008 CALLEA ANDREA
GRASSI GIORGIO 2008 14 2008 TAPPA RICCARDO
LA ROSA LORENZO 2008 15 2008 BELLONE FRANCESCO
RANESI MATTIA 2008 16    
SERGI NICCOLO’ 2008 17 2008            CROCE MATTEO
CAPIZZI ALESSANDRO 2008 18 2008 CONCARINI NICOLO’
MELI THOMAS 2008   2008 TRAVERSA PIETRO
BOCCARDO TOMMASO 2008   2008 ANNALORO EMANUELE
Tecnico DE LUCA MASSIMO   Tecnico CIPANI LEON

Dettagli

Data Ora League Stagione
17/03/2022 19:45 Bracco Cup 2022

Risultati

Club1st Half2nd HalfGoalsEsito
Vis Nova000Loss
Genoa033Win

Vis Nova

Genoa

Goals
0
0
Assists
0
0
Yellow Cards
0
0
Red Cards
0
0

con il patrocinio di

follow us

Giugno: 2024
L M M G V S D
« Mar    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Enotria è una storica società sportiva milanese che si dedica alla formazione delle giovani generazioni nel calcio giovanile, nasce nel 1908,è riconosciuta Scuola Calcio Elite della FIGC e Centro di Formazione Inter (sin dall’origine del progetto). Main partner di Enotria da oltre 30anni è il Gruppo Bracco, leader mondiale nelle soluzioni globali nella diagnostica per immagini. Insieme hanno costruito una collaborazione basata sulla continuità per promuovere uno sport di valore per le nuove generazioni. Sono diverse le attività nate da questa partnership che vanno ad animare il progetto WE PLAY THE FUTURE: un programma realizzato da Bracco in collaborazione con diverse società sportive giovanili e il Centro Diagnostico Italiano.
Football Club Enotria 1908
P. Iva 06931680158 – C.F. 80153350154
Via C.Cazzaniga, 26 20132 Milano Telefono: +39 02 2593 027 enotria@enotria.it